RITENGO CHE SIA DOVERE DI CHIUNQUE E A MAGGIOR RAGIONE DI NOI ITALIANI, FARE DI TUTTO PER PROMUOVERE, SALVAGUARDARE E DIVULGARE L'ARTE IN TUTTE LE SUE ESPRESSIONI.
UNA SOCIETA' DISTRATTA SUI FATTI DELL'ARTE E' UNA SOCIETA' VOTATA ALL'IMPOVERIMENTO... E NOI, DA QUESTO PUNTO DI VISTA, LO SIAMO GIA' ABBASTANZA!






Vota questo blog

Siti

venerdì 4 settembre 2015

Aspettando l'inverno… in autunno su e giù per l'Italia



Arriva l'autunno ed arrivano le grandi mostre… ed in attesa dell'inverno ci si scalderà con una vasta scelta di grandi mostre "istituzionali", che per gli appassionati, scegliere sarà veramente imbarazzante...

"Giotto e l'Italia", a Palazzo Reale di Milano apre questo lungo e sicuramente incompleto elenco di mostre ed esposizioni che ci accompagnerà in questo autunno 2015.

La mostra, dedicata al grande del '300, dove per la prima volta sono riunite 13 opere, tra cui la "Maestà della Vergine", "Dio Padre in trono" il "polittico Stefaneschi", sarà senza ombra di dubbio la "mostra evento" dell'anno. 

Sempre lì, a Paazzo Reale, arriverà di seguito "Da Raffaello a Schiele"… ed anche questa meriterebbe la visita… oltre alla mostra curata da Gioni "La Grande Madre" di cui ho già parlato in questo blog in un post precedente...

A Firenze, poi, a Palazzo Strozzi, approda "La Bellezza Divina tra Van Gogh, Chagall e Fontana".

A Genova, a Palazzo Ducale, verrà allestita una grande mostra dal titolo "Dagli Impressionisti a Picasso", con opere di Monet, Van Gogh, Gauguin, Cezanne, Renoir, Degas, Picasso, Modigliani, Matisse, Kandinsky ect. ect.

 A Torino, alla Gam, arriva "Monet" e alla Venaria Reale i capolavori di Raffaello, mentre a Roma, dal 15 ottobre al 7 febbraio all'interno del Complesso del Vittoriano ci sarà "Impressionisti Tete a Tete", con lavori di Manet, Renoir, Degas, Pissarro, Cezanne. 
Sempre nella capitale alle Scuderie del Quirinale e Villa Medici, la grande retrospettiva dedicata a Balthus, mentre alle Terme di Diocleziano troverà spazio Henry Moore.

A Palazzo Zabarella di Padova, arriva Giovanni Fattori. 
Ancora a Padova, i Musei Eremitani propongono "Il giovane Casorati" mentre a casa dei Carraresi di Treviso, arriva "Seurat-Van Gogh-Mondrian. Il Divisionismo in Europa". 

Tornando in Toscana,  a Palazzo Blu, Pisa, approda Henry Toulouse Lautrec mentre in Emilia-Romagna "De Chirico a Ferrara 1915-1918. Pittura metafisica e avanguardie europee", sarà a Palazzo dei Diamanti di Ferrara.

Infine, sempre in Emilia, una grande mostra dedicata a Giacomo Balla, sarà allestita, dal 12 settembre all'8 dicembre, alla Fondazione Magnani Rocca di Mamiano di Traversetolo (Parma), intitolata "Giacomo Balla. Astrattista Futurista" e poi tante altre iniziative come fiere, dibatti, incontri e tanti appuntamenti promossi e prodotti dalle tante gallerie ed associazioni del territorio, che sono di fatto la vera linfa vitale della cultura italiana… un po' sparpagliati a macchia di leopardo in tutto il nostro stivale

Sarà imbarazzante scegliere… tenendo presente che ancora, fino a novembre c'è la Biennale, l'Expo e tanto altro!

Viva l'Italia e la sua cultura!

2 commenti:

  1. Senza dimenticare
    Piero della Francesca a Forlì
    Malevic a Bergamo
    Goghein al mudec Milano

    RispondiElimina
  2. Ciao Marco, hai perfettamente ragione!

    RispondiElimina